Intervista a Valter Ghigino


Valter Ghigino, nato a Genova il 12 settembre 2000, sta disputando la sua prima stagione nella categoria Continental con il team d’Amico – UM Tools. Lo scorso anno, nella suo primo anno da Under23, avevo corso dapprima con il Team Cinelli e poi come stagista nella sua attuale formazione.

Foto di Sara Donegà

1- Prima di conoscerti più a fondo, ti chiedo un commento sulla tua prestazione nell’ultima gara, il Sibiu Cycling Tour .

Sono abbastanza soddisfatto della prestazione a Sibiu, con due team WorldTour il livello era molto alto. Questa gara mi ha permesso di fare esperienza per il futuro e riabituarsi al ritmo di gara.

2- Quali sono i tuoi obiettivi per i prossimi mesi di questo 2020?

In questa stagione un po’ ambigua non è facile darsi degli obiettivi predefiniti, cerco di farmi trovare preparato a tutte le corse.

3- Sai già a quali corse parteciperai prossimamente?

Questo sabato e domenica correrò in Piemonte, poi dovrei correre il Giro dell’Emilia con i professionisti.

4- Come ti sei preparato al rientro alle corse negli ultimi mesi?

Dopo il lockdown non è stato facile riprendere a pieno regime, a 20 giorni dall’inizio delle corse ho effettuato un periodo in altura per rifinire al meglio la condizione.

5- Come organizzi i tuoi allenamenti settimanali? 

In genere pedalo sette giorni su sette, le distanze variano dal tipo di allenamento che devo fare. Nel così detto giorno di scarico pedalo 1h30′ o al massimo 2h, mentre quando faccio distanza sto in sella alla mia bici per 5/6 ore.


Foto di Sara Donegà

6- Quali sono le tue caratteristiche tecniche?

Diciamo che non ho una caratteristica ben definita, mi arrangio un po’ su tutti i terreni e mi piacciono le corse dure.

7- Hai un percorso o salita particolare su cui testi la tua condizione prima di una gara importante?

Sì, ho diverse salite che uso come test.

8- C’è un corridore idolo a cui ti ispiri?

Mi ispiro un po’ a tutti i grandi corridori, però mi piace molto Peter Sagan.

9- Qual è il posto più bello che hai “visitato” durante una trasferta ciclistica?

Ci sono molti posti che ho visitato grazie alla bici, penso che uno tra i più belli sia Livigno.

10- Qual è il tuo soprannome in gruppo?

Mi hanno sempre chiamato gigio, ma dopo il ritiro a Cervinia il mio compagno di squadra Luca Raggio mi ha soprannominato marmotta o marmottino.

Foto di Sara Donegà

11- Sei bravo ad aggiustare la tua bicicletta?

Mi piace molto mettere le mani sulla mia bici, qualche lavoretto quando sono a casa lo faccio, altrimenti ci pensa il meccanico della squadra.

12- Attualmente ti dedichi solo al ciclismo o stai terminando degli studi?

Mi dedico solo alla bici.

13- Quali sono il tuo brano musicale e piatto preferiti?

Musicalmente la mia playlist è molto varia, ascolto un po’ di tutto. Stessa cosa anche con il cibo.

14- Oltre al ciclismo, quali sono le tue passioni più grandi?

Tralasciando il ciclismo seguo quasi tutti gli sport, specialmente il nuoto.

15- Descriviti con due aggettivi.

Estroverso e istintivo.

Grazie a Valter Ghigino per la disponibilità.

Articolo a cura di Pietro Fasola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...