Stagione 2019: tutti i record più particolari


Siamo ormai giunti al termine della stagione 2019, anche se sono attualmente in corso il Tour du Faso e la Vuelta a Guatemala e andranno in scena a breve anche il Tour de Singkarak (dal 2 al 10 novembre in Indonesia), i Giochi Caraibici (dal 2 al 3 novembre a Cuba), il Tour of Quanzhou Bay (dall’8 al 10 novembre in Cina), il Tour de Okinawa (il 10 novembre in Giappone), il Tour du Sénégal (dal 10 al 17 novembre in Sénégal), il Tour of Fuzhou (dal 17 al 23 novembre in Cina), la Vuelta a Costarica (dal 16 al 25 dicembre in Costarica) e il Tour of Selangor (dal 18 al 22 dicembre in Malesia).

Risultati immagini per cycling peloton

Andiamo a vedere chi detiene i record più particolari di questa stagione:

  • La Decuninck-Quick Step, oltre ad essere la squadra con il maggior numero di vittorie, ben 65 successi, è anche il team che ha vinto con il maggior numero di corridori, ben 16. I corridori della formazione belga che hanno vinto sono: E.Viviani, J.Alaphilippe, A.J.Hodeg, B.Jungles, P.Gilbert, F.Jakobsen, Z,Stybar, F.Sénéchal, M.Richeze, K.Asgreen, R.Cavagna, R.Evenepoel, Y.Lampaert, M.Morkov, J.Steimle* e E.Mas.

*Jannik Steimle ha corso come stagista nella formazione belga, a partire dal 1° agosto 2019.

  • Il francese Rémi Cavagna, portacolori della Decuninck, è il corridore che ha vinto con il maggior vantaggio nei confronti del primo inseguitore. Infatti il transalpino ha dominato la terza tappa del Giro della California, giungendo sul traguardo di Morgan Hill con 7’11” sullo statunitensw Ben King.
  • La Jumbo-Visma ha totalizzato 49 vittorie, mai così tante nella storia del team olandese. Il record precedente, a quota 38 successi, risaliva al 2013.
  • Tra le classiche di un giorno e le tappe dei Grandi Giri del calendario WorldTour, sono stati spartiti 188 successi. Le formazioni WorldTour si sono aggiudicate ben 181 vittorie (cioè il 96.3%), mentre i team Professional hanno raccolto solo 7 successi (appena il 3,7%) .
  • Sono tre i corridori, che nel corso della stagione hanno ottenuto per ben nove volte lo stesso piazzamento. Si tratta di Matteo Trentin che è giunto per ben nove volte 7°, di Rafal Majka che si è piazzato al 6° posto per nove volte e dell’algerino Youcef Reguigui che si è classificato ai piedi del podio (4° posto) per ben nove volte.
  • Luis Leon Sanchez e Jens Debusscherecondividono la prima posizione della classifica del corridore con il maggior numero di giorni di corsa nel 2019. Entrambi ne hanno totalizzati 95, segue Thomas De Gendt con 94 ed Frederik Backaert con 93.
  • Il romeno Lars Pria e il namibiano Dan Craven sono i due corridori, che nel corso della loro carriera hanno corso nel maggior numero di paesi: ben 44. Lars Pria ha corso in Grecia, Repubblica Ceca, Costarica, Taiwan, Spagna, Germania, Romania, Hong Kong, Francia, Sudafrica, Turchia, Cina, Giappone, Malesia, Australia, Indonesia, Iran, Cameroun, Irlanda, India, Emirati Arabi, Lussemburgo, Lettonia, Danimarca, Croazia, Svezia, Corea del Sud, Russia, Cile, Repubblica Dominicana, Kazakistan, Estonia, Norvegia, Regno Unito, Algeria, Belgio, Olanda, Marocco, Brasile, Azerbaijan, Portogallo, Egitto, Serbia e Albania. Dan Craven ha invece corso in Spagna, Italia, Sudafrica, Namibia, Mauritius, Lussemburgo, Australia, Svizzera, Germania, Algeria, Francia, Marocco, Gran Bretagna, Irlanda, Cina, Canada, Rwanda, India, Repubblica Ceca, Gabon, Belgio, Egitto, Croazia, Lettonia, Estonia, Azerbaijan, Malesia, Ucraina, Olanda, Cameroun, Congo, Danimarca, Qatar, Brasile, Romania, Ungheria, Stati Uniti, Slovenia, Corea del Sud, Portogallo, Burkina Faso, Sénégal, Tunisia ed Etiopia. Cravan ha raggiunto proprio in questa stagione Pria, correndo per la prima volta in Etiopia. Il primo italiano in questa speciale classifica è Matteo Pelucchi che si trova al 35° posto e ha corso in 32 paesi.
  • Anche quest’anno, come nella passata stagione, il belga Tom Devriendt del Team Wanty-Gobert è il corridore che ha totalizzato il maggior numero di ritiri: ben 28. Il secondo in questa classifica è il francese Jérémy Lecroq con 24 ritiri, seguito dal connazionale Justin Mottier che ha totalizzato 23 ritiri in questa stagione.
  • Thomas De Gendt è il corridore che non effettuata ritiri da più tempo. Infatti l’atleta belga non si ritira da 94 gare, cioè mai in questa stagione. Nel 2019 sono stati 22 gli atleti che non si sono mai ritirati, tra questi anche Giulio Ciccone e Cesare Benedetti.
  • Quindi anche quest’anno nessuno è riuscito a togliere dalle mani di Chris Froome un record molto particolare. L’atleta britannico è il ciclista che è riuscito a non ritirarsi da nessuna corsa per ben 296 volte consecutive, nessuno è mai riuscito a fare meglio di lui. Seconda posizione per Greg Van Avermaet che è riuscito a completare tutte le corse a cui ha preso parte per 243 volte consecutive.
  • Mads Pedersen è il sesto corridore, a partire dal 1927, che ha vinto un Mondiale senza vincere altre corse nella medesima stagione. Prima di lui era toccato anche a Karel Kaers nel 1934, a Freddy Maertens nel 1981, a Joop Zoetemelk nel 1985, a Stephen Roche nel 1987 e a Rudy Dhaenes nel 1990.
  • Yakob Debesay è stato il corridore più giovane a vincere una corsa UCI nel 2019. L’atleta eritreo ha conquistato la settima tappa del Tour du Rwanda (categoria 2.1) a 18 anni e 247 giorni. Un altro eritreo Biniyam Ghrmay ha vinto la terza frazione della Tropicale Amissa Bongo (categoria 2.1) a 18 anni e 296 giorni. Invece Remco Evenepoel ha vinto la seconda tappa del Belgium Tour (categoria 2.HC) a 19 anni e 139 giorni.
  • L’atleta più giovane di un team WorldTour, nel 2019, è stato Remco Evenepoel che ha debuttato a 18 anni e 342 giorni. Kevin Vermaerke è stato il corridore più giovane di una formazione Professional esordendo a 18 anni e 77 giorni, mentre Hao Wen è stato l’atleta più giovane di una formazione Continental e ha esordito a solo 17 anni e 75 giorni.
  • I corridori meno giovani ancora in attività militano in formazioni Continental e sono: Davide Rebellin (Meridiana-Kamen) con 47 anni e 145 giorni, Ahmad Noormohammadi (Omidnia Mashhad Team)con 45 anni e 66 giorni e Mahdi Rouzbahaneh (Omidnia Mashhad Team)con 44 anni e 252 giorni.
  • Leopold Konig e Jaime Rosòn sono gli unici due atleti di formazioni WorldTour che non hanno mai corso nel 2019.
  • L’olandese Huub Duijn continua a guidare la classifica del corridore che ha corso il maggior numero di gare. Duijn ha infatti partecipato a ben 183 gare differenti nel corso della sua carriera. Davide Rebellin occupa la sesta posizione avendo preso parte a 160 competizioni diverse.
  • Il britannico Russell Downinf, fresco del ritiro dal ciclismo pedalato, è il corridore che ha cambiato il maggior numero di squadre: ben 16.
  • Il team Israel Cycling Academy ha partecipato a 132 gare nel 2019, nessun team ha fatto meglio della formazione israeliana. Le prime cinque posizioni di questa classifica sono occupate da squadre Professional, la Ag2r la Mondiale è il primo team WorldTour poichè ha partecipato a 97 competizioni.
  • Il Matrix Powertag,team Continenetal giapponese, è la squadra più “vecchia” del 2019 con un’età media pari a 32.3 anni. Il Development Team Sunweb è la formazione più giovane di questa stagione con un’età media di 19.2 anni.
  • La Sport Vlaanderen-Baloise è la formazione, tra tutti i team WorldTour e Professional, che ha ottenuto la prima vittoria stagione più tardi. Infatti la formazione belga si è sbloccata con Piet Allegaert al Tour de l’Eurométropole il 5 ottobre 2019.
  • Il Belgio e l’Italia sono i paesi con il maggior numero di corridori nel WorldTour: ben 52. Il Belgio ne ha quattro in più rispetto al 2018 mentre lìItalia ne ha tre in meno rispetto alla passata stagione. Terza piazza per la Francia con 41 atleti nel WorlsTour.
  • La Israel Cycling Academy è la formazione che ha percorso il maggior numero di chilometri in corsa nel 2019: 51 713 km. Seconda posizione per la UAE con 46 317 km e terza piazza per la Dimension Data con 45 283. Il primo team Continental, in trentanovesima posizione, è l’Evo Pro Racing con 17 259 km percorsi in gara.
  • La Israel Cycling Academy è anche la formazione che ha gareggiato nel maggior numero si paesi: ben 33. Segue la Dimension Data con 25 paesi.
  • La Israel Cycling Academy detiene anche un altro record: è la formazione con il maggior numero di nazionalità rappresentate. Il team israeliano ospita corridori di 18 nazioni differenti, trattasi di : Colombia, Svizzera, Francia, Israele, Canada, Austria, Italia, Australia, Irlanda, Norvegia, Svezia,Belgio, Lettonia, Spagna, Estonia, Nuova Zelanda, Repubblica Ceca e Olanda.

by peterfaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...