Storie Mondiali II: La gazzella di Debarwa


Molti di voi si ricorderanno Daniel Teklehaimanot, il primo corridore africano che nel 2016 indossò la maglia a pois al Tour de France. Da allora sono passati diversi anni e ora Daniel corre in un team dilettantistico a Martinica, ma domenica tornerà al fianco di grandi campioni disputando la prova in linea del Mondiale.
Risultati immagini per daniel teklehaimanot

Daniel Teklehaimanot nacque, a Debarwa in Eritrea il 10 novembre 1988, in una famiglia molto numerosa: cinque fratelli e sei sorelle. Nel 2008 raggiunse per la prima volta l’Europa, più esattamente al World Cycling Centre di Aigle in Svizzera, dove venne sottoposto ad alcuni esami che rivelarono dati più che sorprendenti: sotto sforzo sviluppava una potenza simile a quella di Chris Froome.

Daniel ha un fisico longilineo, è alto 1.88 m e pesa 70 Kg, ma non perfetto, ha una gamba più corta dell’altra, una lieve tachicardia e una dentatura particolare. Fin da piccolo aveva un sogno: partecipare al Tour de France ed indossare la maglia a pois che simboleggia il coraggio, l’audacia, la determinazione ed il duro lavoro. Daniel con grinta e determinazione è riuscito a partecipare a due Tour de France (2015 e 2016) e ad indossare la maglia a pois nel 2016, dopo aver vinto la speciale classifica degli scalatori al Giro del Delfinato dello stesso anno. Daniel ha dimostrato di non amare il gruppo, o va in fuga o resta nella coda del gruppo. Ha percorso decine e decine di chilometri in fuga, da solo, con il vento in faccia, per raggranellare qualche punticino ai GPM o semplicemente per ottenere un po’ di visibilità. Nella sua carriera ha partecipato a 5 Grandi Giri, ha vinto una sola corsa in Europa, la Prueba Villafranca nel 2013, e svariati titoli nazionali e continentali in patria (sia in linea che a cronometro).

Risultati immagini per daniel teklehaimanot

Nel suo paese, l’Eritrea, è considerato un eroe nazionale che ha indossato per primo la maglia a pois alla Grand Boucle e che ha tenuto alto l’onore del suo paese con azioni solitarie, spesso al limite della follia. La sua buon volontà però non è bastata, perchè dopo 4 anni con la MTN-Qhubeka, con cui non ha ottenuto vittorie in Europa, si è ritrovato senza squadra. A scommettere su di lui, nel 2018, è stata la Cofidis; Daniel ha provato ad ottenere qualche buon risultato a livello internazionale ma per l’ennesima volta non ha centrato alcun successo al di fuori del continente africano, così a fine stagione si è ritrovato senza squadra.

Nel 2019, ha potuto correre solo nel mese di gennaio la Tropicale Amissa Bongo con la sua nazionale, poi più nulla. Ha dovuto aspettare fino a luglio per riattaccare il numero sulla schiena , quando ha firmato un contratto con il Pedale Pilotine Blue-Car, formazione dilettantistica della Martinica, con cui ha centrato subito dei successi.

Risultati immagini per daniel teklehaimanot

Domenica Daniel potrà tornare in gruppo al fianco di molti campioni, disputando la prova in linea del Mondiale con la maglia della sua nazionale.

Seguiranno altre puntate…..

by peterfaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...