Intervista a Marco Tizza


Caro Marco…

untitled.png

 

1.Sei soddisfatto della tua stagione 2016? Hai qualche rimpianto?

  1. Quest0 è stato un anno molto soddisfacente, sono riuscito ad andare molto bene e sono stato sempre costante con i risultati.

 

2.Qual è stato il momento più bello e quale il più difficile della tua stagione appena conclusa?

2. Il momento più bello è stato l’ottavo posto alla Coppa Agostoni, la gara di casa, davanti a tutti i miei amici e parenti, è stata una cosa molto bella ed emozionante per me, mi sono impegnato tantissimo per arrivare al 100% e ci sono riuscito. Bah, momenti brutti diciamo che non ce ne sono stati,  ad inizio stagione ho avuto a che fare con un riposo forzato, ho preso un virus subito dopo il Trofeo Laigueglia che mi ha tenuto lontano dalla bici per 15 giorni e tutto quello che avevo fatto fino ad allora è andato perduto. Poi, piano piano, ho rincominciato e mi sono ripreso al 100% e per fortuna non ho avuto altri intoppi fino al termine della stagione.

 

3.Al termine della stagione ciclistica 2016 sei andato in vacanza? Dove?

3. No, quest’anno non sono andato in vacanza, dovevo fare dei lavoretti a casa e ho dovuto rinunciare.

 

4.Per la stagione 2017 hai firmato con il Team GM Europa Ovini, quali sono i tuoi obiettivi?

4. Sì, ho firmato per il GM Europa Ovini e sono veramente contento di far parte di questo meraviglioso gruppo. Per il 2017 vorrei iniziare forte la stagione, perché  nei mesi di aprile e maggio soffro di allergia e allenarmi diventa difficile.

 

5.Sai già a grandi linee quale sarà il tuo calendario per il 2017?

5. Sì,  diciamo che a grandi linee il calendario lo conosco però, essendo in una squadra Continental alcune conferme di gare non le sappiamo fino a qualche settimana prima.

 

6.Come ti stai preparando per la prossima stagione?

6. Sto facendo un ritiro al caldo in Liguria da fine novembre al 23 dicembre e poi successivamente a gennaio un’altra settimana prima di partire per il ritiro con la squadra nuova a Majorca da dove inizierà la mia stagione 2017 con il Challenge di Maiorca.

 

7.Qual è stata la gara più bella della tua carriera fino ad ora?

7. Come ho detto prima la gara più bella della mia carriera fino ad ora è stata la Coppa Agostoni 2016, gara che per me ha un significato molto importante.

 

8.Dove abiti?

8. Abito a Nova Milanese in provincia di Monza in Lombardia, a 3 chilometri  da dove parte la Coppa-Agostoni.

 

9.Quali sono le tue caratteristiche tecniche?

9. Le mie caratteristiche sono quelle che un qualsiasi corridore vorrebbe avere, ovvero tengo in salita e sono abbastanza veloce.

 

10.Che cosa ti sta insegnando il ciclismo?

10. Il ciclismo mi ha insegnato tanto. Il ciclismo è vita. Non basta portare in giro la bicicletta per vincere o arrivare dove vuoi, nessuno ti regala nulla, ma bisogna soffrire e fare dei sacrifici per arrivare dove si vuole.

 

11.Qual è stata la tua prima gara da professionista? Che cosa ricordi?

11. La mia prima gara è stata il Gran Premio Costa degli Etruschi a Donoratico il giorno del mio compleanno, ero emozionatissimo. Il mio sogno si era realizzato e correre in mezzo a dei campioni mi entusiasmava.

 

12.Qual è il tuo hobby preferito?

12. Hobby veri e propri non ne ho, diciamo che ogni tanto mi piace fare del bricolage a casa, e mi interesso tanto sull’informatica dei pc e telefoni.

 

13.C’è un corridore “idolo” a cui ti ispiri?

13. Il mio idolo è “El Imbatido” Alejandro Valverde, il numero uno .

 

14.A quale corsa ti piacerebbe partecipare in futuro?

14. Il mio sogno sarebbe correre il Giro d’Italia e le classiche delle Ardenne.

 

15.Qual è il posto più bello che hai “visitato” durante una trasferta ciclistica?

15. A febbraio in Spagna in vista della Vuelta Valenciana, eravamo in un quartiere pieno di hotel e centri commerciali tutto illuminato come se fosse Las Vegas, una cosa incredibile.

 

16.Prima di una gara ascolti un brano musicale in particolare?

16. Prima di una gara mi piace ascoltare musica commerciale o anni ’90 al massimo volume perché mi da tanta carica e grinta.

 

17.Descriviti con tre aggettivi.

17- Estroverso, scherzoso e superficiale.

 

Visto che ci stiamo avvicinando al Natale….

18. Che cosa vorresti trovare sotto l’Albero? Come trascorrerai il Natale?

18. Non mi interessano i regali, l’importante è stare bene e festeggiarlo in famiglia.

Grazie a Marco Tizza per la disponibilità
Intervista di Pietro Fasola

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...