Troppi incidenti, evitabili?


In questo inizio di 2016 sono stati molti gli incidenti stradali che hanno visto coinvolti ciclisti professionisti e non solo, l’ultimo si è verificato oggi in Francia, dove ha perso la vita il francese Romain Guyot del Team Vandee U. Altri incidenti causati da automobili si sono verificati a Calpe in Spagna,uno a gennaio, dove sono sati investiti sette corridori della Giant-Alpecin che hanno riportato conseguenze più o meno gravi, e l’altro pochi giorni fa che ha visto coinvolti due corridori del Team Lotto-Soudal. Anche a Zola Predosa (BO)una settimana fa Yamamoto è stato investito, anche Lemarchand e Coquard recentemente sono stati investiti, sempre in allenamento, riportando diverse fratture.
Noi siamo abituati a vedere i corridori in corsa con la strada chiusa, senza traffico e senza auto, ma dietro a tutto ciò ci sono centinaia e centinaia di chilometri di allenamento, svolti su strade aperte al traffico e il vero problema recentemente è proprio questo. Le auto sono sempre di più, gli automobilisti sono spesso indisciplinati, distratti da telefonini e messaggi, oltre che stressati dai vari problemi della vita, e a rimetterci la pelle sono i ciclisti, i più “indifesi”, perché protetti dal solo casco.

Altri incidenti molto frequenti, anch’essi probabilmente evitabili, sono quelli provocati da moto e macchine dell’organizzazione, gli ultimi domenica, uno alla Classic Drome e l’altro alla Kurne-Bruxelles-Kurne, dove Broeckx si è fratturato la clavicola; anche in questo caso, esigenze televisive e d’immagine o semplicemente distrazione dei piloti il cui lavoro, ricordiamolo, è tanto prezioso quanto difficile, possono creare situazioni pericolose per i corridori.

Articolo di Pietro Fasola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...