Pagelle della Milano-Sanremo 2015


Pagelle della Milano-Sanremo 2015

John Degenkolb 8 e mezzo

Complimenti!!! Il tedesco è sempre stato attento nella prima parte del gruppo, ha fatto lavorare bene la squadra per riprendere i fuggitivi, e poi nel finale si è dovuto arrangiare,  al momento giusto si è spostato dalla ruota di Bonifazio e ha saltato Kristoff, conquistando così la Milano-Sanremo 2015

Alexander kristoff 8

Il norvegese, vincitore della scorsa edizione quest’anno è arrivato “solo” 2°. Kristoff sulla salita di Costarainera (Cipressa) sembra non farcela, poichè si trovava nelle retrovie del gruppo, ma poi con il supporto dei compagni, soprattutto  grazie a Paolini, è tornato nelle prime posizioni del gruppo, e lungo la salita del Poggio ha fatto scandire il ritmo proprio  al comasco Luca Paolini, che poi nel finale gli ha anche lanciato la volata. Purtroppo il norvegese non è riuscito a finalizzare al meglio il lavoro della sua squadra, comunque ha conquistato un buon 2° posto

Michael Matthews 7

L’australiano ha colto un buon 3° posto alle spalle di Degenkolb e Kristoff. Matthews nel finale è sempre stato nelle prime posizioni, e poi nella volata ha provato a raccogliere il risultato pieno senza riuscirci. Sicuramente l’australiano ci riproverà a conquistare la Milano-Sanremo, anche perchè è ancora giovane e potrà ancora migliorare.

Peter Sagan 6 e mezzo

Il campione slovacco per l’ennesima volta non è riuscito a cogliere il risultato pieno. Sagan ha fatto lavorare tutto il giorno la squadra per cercare di mettere in difficoltà i velocisti puri, e così è stato. Nei momenti decisivi era sempre nelle primissime posizioni, ma nello sprint era un pò indietro, ha provato a rimontare Degenkolb ma non ci è riuscito. Sagan arriva sempre fra i migliori, ma ogni volta gli manca il guizzo finale.

Mark Cavendish 4 e mezzo

Si sapeva che il britannico non era al top a causa di alcuni problemi fisici avuti nelle scorse settimane, ma da lui ci si aspettava qualcosa in più. Avrà modo di rifarsi prossimamente

Matteo Bono 7 e mezzo

Complimenti!!!  Il lombardo come l’anno scorso è stato tutto il giorno in fuga, soltanto che l’anno scorso sulla Cipressa era stato staccato da Tjallingii e De Maar, mentre quest’anno nella discesa di Capo Berta ha staccato tutti i suoi attaccanti fra cui Tjallingii, cercando di essere ripreso il più tardi possibile dal gruppo, Matteo è stato ripreso nella parte finale della salita di Costarainera (Cipressa), e poi ha raggiunto il traguardo con il suo passo.

Luca Paolini 8

Fantastico! Nella salita di Costarainera è sempre stato nelle prime posizione, nella discesa e nel tratto pianeggiante prima del Poggio ha aiutato il suo capitano Kristoff a riportarsi nelle primissime posizioni, che nel frattempo aveva perso. Poi ha tirato per tutta la salita del Poggio riducendo il distacco del gruppo nei confronti di Oss e Thomas, all’inizio della discesa si è un pò defilato, per poi tornare davanti e tirare la volata a Kristoff nell’Ultimo chilometro.

Andrea Peron 7-

Il padovano Andrea Peron è stato uno degli iniziatori della fuga; è stato davanti fino a Capo Berta dove sono scattati Bono, Pirazzi, Pauwels e Berard, e lui non è riuscito a tenere il loro passo. Dopo essere stato in fuga per più di 250 km è stato ripreso dal gruppo e si è ritirato. Andre Peron (insieme ai suoi compagni di squadra) stando in fuga per quasi tutta la giornata con pioggia e temperature freddine, ha dimostrato una volta di più che anche chi è “malato” di diabete può praticare uno sport agonistico di alto livello come coloro che non lo hanno. Il messaggio che vuole mandare questa squadra è  quello di far capire a coloro che sono “malati” di diabete non si devono assolutamente arrendere. Anche tutti gli altri componenti hanno preso 7-., poichè in giornate del genere non è facile stare in fuga per più di 250 km e ci vuole coraggio per andare in fuga sapendo di avere 0,1% di possibilità di arrivare al tragaurdo. I fuggitivi sono: Pirazzi, Molano, Pauwels, Dall’Antonia, Frapporti, Barta, Tjallingii, Berard, Kurek, Peron e Bono (7 e mezzo)

Niccolò Bonifazio 7+

Il ligure  ventunenne Niccolò Bonifazio alla sua prima Milano-Sanremo è arrivato 5°, nel finale era nel gruppo di testa con Filippo Pozzato e Davide Cimolai (voto:7), arrivato 8°. Bonifazio abita a San Lorenzo a Mare ai piedi della Cipressa, e l’ultima parte del percorso la conosce molto bene difatti sulle due salite finali si è gestito al meglio, per dare tutto in volata.

CORRIDORI S.V (senza voto)

Arnaud Demare, ha avuto un problema meccanico a causa di una caduta all’inizio della salia della Cipressa. Gerald Ciolek, Philippe Gilbert, Michael Kwiatkowski e Zdenek Stybar caduti nella discesa del Poggio.

I GRANDI DELUSI

Mark Cavendish, Andrè Greipel e Vincenzo Nibali che si sono staccati sulla salita del Poggio.                         Juan Lobato, Heinrich Haussler staccato sulla salita Cipressa-Costarainera                                                      Moreno Moser arrivata fra gli ultimi

Pietro Fasola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...